Andrea Colombini

Nato a Lucca nel 1968, è diplomato ragioniere ed ha successivamente studiato all’Università di Pisa ed all’Università di Cambridge (UK – Trinity College), dove ha ottenuto l’abilitazione all’insegnamento della lingua inglese per stranieri.

Ha studiato privatamente pianoforte, canto, composizione, contrappunto e percussioni, iniziando a dirigere nel 1994 ed eseguendo sin da allora più di 400 concerti alla testa d orchestre di valore nazionale ed internazionale tra cui l’Orchestra Sinfonica di Sofia, L’Orchestra Filarmonica di Sofia, la Mozart Chamber Orchestra of London, l’Orchestra Filarmonica Nazionale Italiana, l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto, l’Orchestra OIDA di Arezzo e l’Orchestra Filarmonica di Lucca, che egli ha creato e di cui è direttore artistico e direttore principale sin dal 2011.

Con quest’ultima soltanto egli ha eseguito quasi 300 concerti sia a Lucca che in molti teatri Italiani (La Spezia, Torino, Firenze, Grosseto, Perugia, Montecatini terme, Bologna, Arezzo, Parma) e internazionali (6 concerti al Musikverein di Vienna nella Sala d’Oro degli Amici della Musica).

Ha diretto LA BOHEME nel nuovo allestimento al teatro del Giglio nell’ottobre 2017, essendo il primo direttore d’orchestra a curare anche la regia dell’Opera Pucciniana.

E’ stato il primo esecutore italiano – regolarmente registrato internazionalmente – di lavori di Anton Bruckner (Sinfonia n.8 nella versione Haas 1887/1890), Edwar Elgar (Pomp and Circumstance no.5), Ralph Vaughan Williams (Oboe Concerto, English Folk Songs Suite & Sea Songs).

E’ uno dei tre biografi esistenti di Herbert Von Karajan, su cui , nel 2012, ha pubblicato, per i tipi di CDE PISA, il Saggio Biografico e Documentario “Il Mal di Karajan”.

Si interessa di teatro dal 1989, avendo studiato e seguito seminari di Orazio Costa a Firenze e Lucca, sia come attore che come regista.

In questa ultima veste ha messo in scena a Lucca, nell’ambito del Puccini e la sua Lucca Festival, LA BOHEME (3 diversi allestimenti), TOSCA, DON GIOVANNI, IL TROVATORE, LA TRAVIATA, RIGOLETTO.

Lavora come “volto culturale” per Sky International (per cui ha prodotto il documentario PASSIONS: PUCCINI by ANDREA COLOMBINI distribuito in tutto il mondo) e produrrà altri sei documentari tra il 2019 ed il 2020.

Nel 2017, come evento clou del 1° festival mondiale della Robotica organizzato dalla Università di Pisa e dalla Alta Scuola di perfezionamento Sant’Anna – Pisa, ha donato il suo gesto al primo robot direttore d’orchestra della storia, YUMI, della ABB Zurich, dirigendo anche Andrea Bocelli al teatro Verdi di Pisa.

Sin dal 1993 è agente monomandatario per l’Italia della Bande Militari dell’Esercito Britannico, con all’attivo quasi 90 tours delle Bande dei più famosi reggimenti scozzesi e la registrazione di 5 video con l’Orchestra Filarmonica di Lucca da Lui diretta e la Banda di Cornamuse delle Scots Guards.

E’ regista di video musicali e sin dal 2013 ha realizzato più di 140 programmi televisivi con concerti da Lui diretti, in varie locations europee, alla testa della Orchestra Filarmonica di Lucca.

Ha studiato ed è stato assistente di Danilo Dolci, Martin Kojman, Peter Maag.

Vive tra Lucca e Londra, città nella quale è membro effettivo del Lansdowne Club e del prestigioso Travellers’ Club.

Il 6 Marzo 2004 crea il Puccini e la sua Lucca festival, e sin da quel momento, grazie a 5100 circa concerti e recitals effettuati, rimane la principale entità pucciniana a livello mondiale e l’unico festival, con soli artisti professionisti, ad essere dedicato a Giacomo Puccini ed alla sua musica in ogni parte dell’anno e nella città ove Puccini nacque.

Voluto grazie alla volontà della Famiglia Borselli Colombini e diretto sin dalla sua nascita da Andrea Colombini, il festival si è imposto – grazie a 16 anni di grande attività e di impegni nazionali ed internazionali ampiamente documentati sia a livello web che a livello stampa – come non solo una delle principali realtà culturali e musicali italiane ed europee (con quasi 100 artisti professionisti associati stabilmente, 4 pianisti accompagnatori, 2 orchestre sinfoniche stabili e 2 cori impegnati ogni anno stabilmente, sia in Italia che all’estero) ma come una delle principali se non la principale attrazione turistico culturale di Lucca, con quasi 53mila biglietti staccati nel 2018 e con quasi 980mila biglietti staccati in 16 anni di attività, considerando anche una ricca stagione sinfonica annuale (giunta al suo 7° anno, la Stagione dell’Orchestra Filarmonica di Lucca – www.filarmonicalucca.it) e una altrettanto ricca stagione cameristica (il Festival di Pasqua e Pentecoste, 20 edizioni).

Collabora stabilmente con Sky International per documentari musicali.

Il festival si vanta di non ricevere da 6 anni alcun tipo di contributo o sovvenzione pubblica se non la sponsorizzazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca e della Fondazione Banca del Monte di Lucca. Il festival è presieduto e diretto artisticamente dal M° Prof.Andrea Colombini sino al 31 Dicembre 2020.

Translate »